“Le evidenze scientifiche dimostrano che fino alla prima media le scuole di per sé non sono fonte di contagio. Lo è invece quello che c’è attorno alla scuola e più l’età si alza e più le attività aumentano. Tutti gli altri provvedimenti quindi restano fermi”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Draghi, parlando in conferenza stampa della decisione di riaprire le scuole dalla prima media dopo Pasqua. Draghi ha spiegato perché allo stesso tempo non ci sarà la ripresa delle altre attività. “La scuola è un punto di contagio molto limitato solo in presenza di tutte le altre restrizioni

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Salvini ora minaccia il governo sulle aperture: “Impensabile tenere chiuso ad aprile”. Draghi gli spiega: “Dipende dai dati dei contagi”

next