Il vaccino Astrazeneca sarà ulteriormente analizzato dall’Agenzia europea del farmaco. Un particolare che emerge nella telefonata tra il premier Mario Draghi e la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen che “ha comunicato che l’Ema ha avviato una ulteriore review accelerata”.

Intanto proprio l’Ema ha fatto sapere che si può continuare a utilizzare il vaccino anti-Covid di AstraZeneca in attesa delle indagini sui coaguli di sangue. Ma il composto, a vettore virale e sviluppato dall’Università di Oxford, è stato temporaneamente sospeso, in varie modalità, in diversi paesi europei. L’Italia, attraverso l’Agenzia italiana del farmaco, ha sospedo un lotto specifico: ABV2856 le cui dosi sono state utilizzate nei due casi sospetti avvenuti in Sicilia. Sono circa 500mila le dosi contenute in ogni lotto del vaccino di AstraZeneca. Il lotto in questione è stato distribuito in tutta Italia. Tra il 10 e il 19 febbraio scorsi, per esempio, sono state somministrate dosi anche in Valle d’Aosta. “Non abbiamo riscontrato effetti collaterali particolari”, spiega il direttore sanitario dell’Usl della Valle d’Aosta, Maurizio Castelli.

“Attualmente non ci sono indicazioni che la vaccinazione abbia causato queste patologie, che non sono elencate come effetti collaterali con questo vaccino. La posizione del comitato per la sicurezza dell’Ema (PRAC) è che i benefici del vaccino continuano a superare i suoi rischi e il vaccino può continuare a essere somministrato mentre sono in corso le indagini sui casi di eventi tromboembolici” rende noto l’Ema, dopo che la Danimarca ha sospeso l’utilizzo di AstraZeneca per delle segnalazioni di coaguli di sangue nelle persone che hanno ricevuto il vaccino, incluso un caso in cui una persona è morta.

La notizia della sospensione del lotto in Italia e degli stop in Europa ha innescato anche una allerta tra chi deve ricevere il vaccino. Decine di telefonate stanno giungendo all’hub vaccinale della Calabria, a Catanzaro. Nella regione alcune dosi già iniettate appartengono proprio al lotto indicato dall’Aifa. “A chiamarci sono pazienti fragili, che chiedono di essere rassicurati sulla somministrazione del vaccino Pfizer, oltre a varie richieste di annullamento. Non sappiamo quanta gente domani si presenterà per le inoculazioni”, spiegano alcuni medici dell’hub. Il vaccino anti Covid di AstraZeneca è “sicuro ed efficace” secondo i dati scientifici elaborati nel Regno Unito, dove sono state finora vaccinate in totale circa 23 milioni di persone utilizzando in misura analoga questo antidoto e quello prodotto da Pfizer fa sapere un portavoce di Downing Street in risposta a una domanda sullo stop precauzionale imposto nelle ultime ore dalla Danimarca e altri paesi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Napoli, crollano le donazioni di sangue. L’appello del direttore dell’ospedale Cardarelli: “Persone hanno paura, ma i percorsi sono sicuri”

next