Un marinaio di 61 anni è morto per un incidente sul lavoro avvenuto in mattinata nel porto di Messina. La vittima aveva 61 anni, il suo nome era Gaetano Puleo, nostromo dipendente della Caronte&Tourist, compagnia di navigazione che copre le rotte dello Stretto. Il marinaio in particolare era imbarcato sulla Motonave Elio, la prima imbarcazione a Lng in servizio nel Mediterraneo, ed è stato colpito in pieno dalla cima spezzata durante l’attracco al molo Norimberga. Sull’incidente stanno indagando i carabinieri e il personale dell’ispettorato del lavoro.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

I pm di Milano: “I rider sono lavoratori subordinati, non schiavi ma cittadini. Su Uber Eats aperta anche indagine fiscale”

next
Articolo Successivo

Le piattaforme hanno tre mesi per assumere 60mila rider: stop al cottimo, avranno tutte le tutele dei lavoratori subordinati

next