“Un mese fa sono stato contattato dal Movimento, quando si è aperta la crisi di governo. Il piano era sì a Conte e no a un esecutivo con Renzi. Non sono stato io a cambiare idea“. Così Alessandro Di Battista, in una lunga diretta su Instagram, per chiarire la sua posizione sul M5s. “Non farò né scissioni né correnti – ha aggiunto – un mese fa ho ristretto i rapporti con tutti e sono uscito senza sbattere la porta. Non è vero che ho pronto, come dice qualcuno, il simbolo dell’Italia dei valori”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Consigliere comunale omofobo a Trieste, M5s chiede a Fedriga di sospenderlo. La Lega prende tempo: “Serve attenta valutazione”

next
Articolo Successivo

Covid, il ministro Garavaglia: “Il turismo riparte se tutti fanno il vaccino. Chi chiude per primo la campagna ha vantaggio rispetto ad altri Paesi”

next