Un profondo restyling per Crossland, il suv compatto di Opel che si ripresenta al mercato perdendo la “X”, ma anche presentando il nuovo frontale con mascherina Vizor e i gruppi ottici a led, nonché interni più ricchi e infotainment di ultima generazione.

La linea giovane e sbarazzina fa il paio con nuove protezioni sottoscocca anteriori e posteriori, fendinebbia anteriori a LED, modanatura cromata della portiera (con allestimento Ultimate), eleganti cerchi in lega da 17” in nero lucido bi-colore. Al posteriore spiccano i fari fumé, che migliorano il design Opel a forma di ala e si inseriscono nel disegno della nuova superficie del portellone nero lucido (disponibile in combinazione con il tetto, sempre nero).

A bordo tanto spazio per tutti gli occupanti: i sedili anteriori sono ergonomici, e quello del guidatore ha inglobato anche un bracciolo che può essere tirato, alzato o abbassato ma non regolato. Tutti i comandi e le spie sono di facile interpretazione e ben visibili. Interessante l’Head Up display che proietta le informazioni di velocità, navigazione e sistemi di assistenza nel raggio della visuale diretta.

I sedili posteriori reclinabili singolarmente sono dotati di una suddivisione 60/40 sono anche in grado si scorrere fino a 150 millimetri, una manovra che consente di espandere il volume del bagagliaio da 410 a 520 litri in pochi secondi. Ripiegando le sedute lo spazio arriva a 1.255 litri. I fari con tecnologia full LED e adattivi con cornering light, High Beam Assist e Auto Levelling garantiscono una visibilità eccezionale al buio.

Piacevole la sensazione del freno a mano che ha il bottone di sblocco sulla parte superiore. Una dotazione che, insieme al ventaglio di ADAS (congegni di ausilio alla guida) aumenta considerevolmente la sicurezza attiva. Il sistema di frenata automatica di emergenza con rilevamento pedoni si attiva al superamento dei 5,0 km/h. Quando un ostacolo si avvicina troppo velocemente, il sistema lancia un allarme sonoro e visualizza un messaggio nel centro informazioni per il conducente. In caso di collisione imminente, lo stesso sistema si allerta e, se necessario, aziona la frenata di emergenza per minimizzare gli effetti di una potenziale collisione; sotto i 30 km/h è in grado di arrestare completamente il veicolo.

Ma la frenata di emergenza è solo uno dei sistemi di sicurezza presenti, che vale la pena elencare anche se non per intero: Lane Departure Warning che emette segnali sonori e visivi se rileva che la corsia viene lasciata involontariamente; Cruise control con riconoscimento dei limiti di velocità; rilevatore di stanchezza del conducente; allerta angolo cieco (funzionamento con sensori ad ultrasuoni). In aiuto per il parcheggio c’è poi la retrocamera panoramica con angolo da 180 gradi di visione posteriore e l’Automatic Park Assist che identifica i parcheggi paralleli e perpendicolari e parcheggia la Crossland automaticamente.

L’infotainment gode di schermo touch da 8” e offre la possibilità di mirroring a device operativi con IoS e Android. Purtroppo lo scomparto per la ricarica wireless non si adatta per i telefonini XXL (Iphone 12 ProMax). Tuttavia si viaggia sempre connessi e intrattenuti grazie, ad esempio, a dotazioni come la Multimedia Radio.

L’esperienza su strada, infine. La Crossland è piacevole da guidare, grazie ad uno sterzo molto diretto e a sospensioni ben tarate. Con l’IntelliGrip, un sistema adattivo di controllo della trazione si dispone di una spinta ottimale e stabilità su tutti i tipi di superficie. Sono cinque le modalità offerte: normal/strada, neve, fango, sabbia e ESP off.

Motorizzazioni grintose benzina e diesel o benzina con cilindrate da 1.2 e 1.5 61 kW (83 Cv) a 96 kW (130 Cv) e motori diesel da 81 kW (110 Cv) e 88 kW (120 Cv) rispettano le normative Euro 6d. Quattro gli allestimenti: Edition, GS Line, Elegance e Ultimate. Prezzi a partire da 20.850 € per il 1.2 benzina 83 Cv S&S MT5.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Citroën C4 e Ë-C4, la prova de Il Fatto.it – Anticonformista e multi energia – FOTO

next