La Twingo va in pensione. O meglio, ci andrà non appena il modello attuale terminerà il suo normale ciclo di vita. Lo ha confermato il nuovo numero uno della Régie Luca de Meo, indicando quella attualmente in commercio come ultima generazione della fortunata citycar francese e spiegando che “Renault abbandonerà il segmento A (ovvero quello delle utilitarie di piccola taglia, ndr). Rendere redditizio un modello a benzina lungo 3,6 metri diventa molto difficile”. Il manager italiano ha anche aggiunto di aver preso questa decisione “con la morte nel cuore“, dal momento che avendo rilanciato a suo tempo la Fiat 500 conosce bene il mercato di questo tipo di vetture.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Toyota Hypercar GR010 HYBRID, la sfida giapponese alla 24 ore di Le Mans – FOTO

next
Articolo Successivo

Lexus UX300E, il primo suv elettrico del gruppo Toyota sbarca in Italia – FOTO

next