“Ho spesso difeso le vostre istanze ma a un certo punto avete preso una strada diversa, che non è quella della leale collaborazione. Diciamolo di fronte a tutti“. Così il premier Giuseppe Conte intervenendo in replica al Senato e rivolgendosi a Italia Viva. “Avete scelto la strada dell’aggressione e degli attacchi mediatici. Avete iniziato a parlare fuori e non più dentro”, ha aggiunto, specificando che “forse non è la scelta migliore per il Paese”.

“Comprendo la diffidenza sollevata ad esempio da Quagliariello: ha obiettato che il mio invito ai volenterosi ha una logica di annessione, un richiamo che ricorda i tempi bui del Novecento – ha continuato – Ma il mio è un invito franco, fatto in maniera aperta di fronte al Paese, vista la gravità della situazione. Non possiamo permetterci di condurre questo invito in modo opaco”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Salvini ai senatori a vita: “Che coraggio avete a votare la fiducia”. Poi la provocazione: bagarre in Senato, Casellati lo richiama – Video

next