Hanno provato a superare un folto sbarramento di forze di sicurezza, che hanno usato contro di loro sfollagente, gas lacrimogeni e granate assordanti. Diversi migranti sono rimasti feriti, tutti parte della mega carovana di persone – fra 6mila e 9mila secondo le fonti – partite la settimana scorsa da San Pedro Sula in Honduras, e decise a raggiungere il confine con gli Stati Uniti. Sono bloccate da 48 ore in Guatemala nel dipartimento di Chiquimula.

I coordinatori della carovana studiano ora una nuova strategia per poter superare l’ostacolo e proseguire nell’impresa, mentre il governo del Guatemala cerca con ogni mezzo di scoraggiare i migranti “ad insistere in un progetto destinato quasi certamente al fallimento“. Da parte sua l’Istituto guatemalteco della migrazione (Img) ha reso noto che dal 14 gennaio a ieri “909 cittadini honduregni hanno deciso volontariamente di tornare in Patria“. Di questi, 815 erano adulti e 94 minori non accompagnati. Inoltre le autorità locali hanno intercettato 474 honduregni che non fanno parte della carovana bloccata a Chiquimula (376 adulti e 98 minori non accompagnati) consegnandoli all’Igm. Infine, il ministero della Salute del Guatemala ha riferito di avere localizzato 21 migranti dell’Honduras positivi al Covid-19, trasferendoli in centri sanitari dove resteranno in quarantena prima di fare ritorno al loro Paese.

Il Fatto Internazionale - Le notizie internazionali dalle principali capitali e il dossier di Mediapart

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

TRUMP POWER

di Furio Colombo 12€ Acquista
Articolo Precedente

Il vaccino anti Covid rende gay? Magari! Purtroppo la scienza non fa miracoli

next
Articolo Successivo

Bosnia: l’inferno di migliaia di migranti bloccati al gelo, senza acqua potabile né bagni. “Questa gente rischia di morire per strada”

next