“Mi fido della scienza, è l’unica possibilità che abbiamo per uscire da questa brutta situazione”. L’opinione di gran parte delle persone che abbiamo intervistato per strada a Milano è favorevole al vaccino anti Covid: “Lo farò appena sarà possibile, sperando che sia efficace”. “Se anche c’è qualche incognita, l’importante è che i benefici siano di gran lunga superiori ai rischi”. Ma dovrebbe essere obbligatorio? Su questo i pareri divergono di più. “Per certe professioni direi di sì, per esempio per chi lavora negli ospedali e a contatto diretto con il pubblico”, dichiara qualcuno. “No, deve rimanere facoltativo, semmai si può segnalare chi non lo ha fatto”. C’è tuttavia chi esprime una netta contrarietà. “Mi sembra più che altro un palliativo, lo farò solo se sarò obbligato“. “Sono contrario, non mi fido di quel che c’è dentro e non penso che sia efficace”, aggiungono altri. E voi che ne dite?

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Vaccino anti Covid, Liguria: “Seconda dose garantita a chi ha fatto la prima. Non mescoliamo vaccini e rispettiamo i tempi”

next
Articolo Successivo

Ci voleva un incidente e zia Marna per farmi capire fino in fondo questa verità

next