Nessuna correlazione con il vaccino. L’autopsia, eseguita sul medico di 64 anni morto nel Mantovano per Covid, ha confermato che il suo decesso è “ascrivibile alle patologie preesistenti, aggravate da fatto acuto cardiaco” e “non è stato individuato alcun elemento che possa ricondurre a una delle condizioni descritte in letteratura nei casi di reazioni avverse per vaccini comunemente utilizzati”. Il chirurgo aveva ricevuto il vaccino e per confermare che non ci fosse alcun nesso con la somministrazione era stato deciso l’esame. Il riscontro diagnostico è stato effettuato oggi dall’équipe composta da un medico legale e un anatomopatologo dell’Asst Mantova, nonché da Andrea Piccinini dell’università degli Studi di Milano.

Foto di archivio

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Napoli, nessuna adesione alla campagna #IoApro. Ristoratori tengono le saracinesche giù: “Siamo in una pandemia, usiamo la testa”

next