Combatteva contro una grave malattia da circa un anno e mezzo. Ma a causa di alcune complicazioni, Alberto Polo, sindaco di un comune in provincia di Venezia, Dolo, è morto nella tarda mattinata del 4 gennaio. Aveva 46 anni, era sposato e aveva due figli. Il Comune di Dolo ha comunicato: “Se n’è andato con grande serenità, senza sofferenza, accompagnato dai suoi cari”, riporta Venezia Today.

Polo era stato riconfermato sindaco alle elezioni di settembre 2020 dopo essere già stato alla guida della cittadina nei 5 anni precedenti. Cordoglio è stato espresso dal sottosegretario all’Interno, Achille Variati. “È con profonda commozione che apprendo della scomparsa improvvisa di Polo – ricorda Variati – È stato un amministratore serio, responsabile, legato da un sentimento profondo d’amore verso la sua comunità”.

Messaggi di affetto anche dal presidente di Anci Veneto, Mario Conte: “Se ne va un grande sindaco cha ha saputo incarnare con responsabilità e dedizione il suo ruolo istituzionale. La perdita di Alberto lascerà un grande vuoto, ma sono certo che il suo ricordo resterà vivo nella comunità di Dolo”, ha comunicato il presidente esprimendo il suo cordoglio in una nota. Negli ultimi tempi Polo si era occupato della struttura dell’ospedale locale che da marzo era stata riconvertita per affrontare l’emergenza Covid-19. La sua ultima apparizione pubblica è stata in un videomessaggio sui social del 31 dicembre, per gli auguri per il nuovo anno.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Ricoverato Roberto Maroni: malore in casa per l’ex ministro dell’Interno

next