Ben 2.500 persone, provenienti da varie regioni francesi e anche dall’estero, si sono radunate da giovedì 31 dicembre in una località nel nord-ovest della Francia per partecipare a una festa selvaggia, sfidando ogni restrizione per il contenimento dell’epidemia da Covid-19. La prefettura di Ille-et-Vilaine ha fatto sapere che incidenti sono scoppiati quando la polizia è intervenuta per cercare di mettere fine al raduno, che tuttavia alle prime ore di oggi era ancora in corso. La festa è stata organizzata a Lieuron, a sud di Rennes che è il capoluogo della Bretagna. Fin da ieri sera i gendarmi hanno cercato di impedire il raduno, ma sono stati accolti dalla violenta reazione dei partecipanti. Un veicolo della gendarmeria e’ stato incendiato, altri tre sono stati danneggiati e gli agenti sono stati fatti oggetto di lanci di bottiglie e pietre che hanno ferito leggermente alcuni di loro.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Vaccino anti Covid, Israele ha il primato mondiale di immunizzati: oltre 1 milione in 20 giorni, più di un decimo della popolazione

next
Articolo Successivo

Covid, oltre 83 milioni di casi nel mondo. In Francia coprifuoco anticipato alle 18. Oltre 23mila contagiati in 24 ore in Germania

next