L’attesa supercar ibrida del marchio inglese si chiamerà Artura. Nome insolito e che suona anche divertente alle nostre latitudini, per un’auto che si preannuncia assai performante: potrà infatti contare un un V6 biturbo collegato ad un propulsore elettrico, un “pacchetto” che consentirà alla vettura di viaggiare per alcuni tratti anche in modalità a zero emissioni. Le performance, anche quelle ambientali sono poi garantite dall’utilizzo di materiali leggeri (McLaren Carbon Lightweight Architecture), che vanno a compensare nell’economia generale del veicolo il maggior peso di batterie e powertrain. “Ogni elemento della Artura è assolutamente nuovo: dall’architettura della piattaforma a ogni dettaglio del propulsore ibrido ad alte prestazioni, alla carrozzeria esterna, gli interni e l’avanguardistico sistema di interfaccia del conducente. Ma attinge a decenni di esperienza McLaren in tecnologie sviluppate per le vetture da competizioni e stradali leggere potendo contare su tutta la nostra esperienza nell’elettrificazione nella classe delle vetture supercar “, ha dichiarato l’amministratore delegato di McLaren Mike Flewitt. In attesa di ulteriori dettagli sulla nuova Artura, si può inoltre anticipare che andrà in vendita nella prima metà del 2021.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Jaguar Land Rover, una città virtuale per sperimentare la guida autonoma con la I-Pace

next
Articolo Successivo

Milano Monza Motor Show, il salone all’aperto si svolgerà dal 10 al 13 giugno 2021

next