Sono 33.979 i positivi al coronavirus individuati nelle ultime 24 ore in Italia, frutto di appena 110.731 casi testati e poco più di 195mila tamponi totali effettuati. I dati del ministero della Salute comunicano anche altri 546 decessi: sono così oltre 45mila i morti di coronavirus in Italia, per la precisione 45.229, da inizio pandemia. Se in numero assoluto i nuovi casi calano rispetto a ieri, quando erano stati 37.255, il motivo è legato soprattutto al minor numero di test. Sabato infatti erano stati processati 227mila tamponi. La conferma arriva dal rapporto tra positivi e tamponi totali: dopo giorni in cui si era stabilizzato intorno al 16%, oggi ha fatto un nuovo balzo al 17%. Allo stesso modo anche il rapporto tra contagi rilevati e casi testati, che ieri era sceso al 27,5 per cento, oggi torna sopra quota 30 per cento.

Numeri e statistiche che poi hanno anche un effetto pratico. Sono attualmente 712.490 le persone che hanno il coronavirus in Italia: di queste, oltre 32mila sono ricoverate in ospedale. Oggi ci sono 649 ricoverati in più rispetto a sabato. E la situazione diventa ogni giorno più critica nelle terapie intensive: se nel corso della settimana il tasso di occupazione dei posti sembrava aver subito un parziale rallentamento, solo oggi si registrano 116 persone in più nei letti in rianimazione. L’incidenza dei positivi sul numero totale dei tamponi è al 17% come una settimana fa, quando erano stati accertati 32.616 casi su 191mila test. Allora i medici aveva avvertito che senza un’inversione del trend ci sarebbero stati “10mila morti in un mese”.

Solo in Lombardia sono 8.060 i positivi accertati in un giorno, 181 i morti. I tamponi effettuati sono stati 38.072, più di sabato, quando invece i casi erano 8.129. Continua però ad aumentare la pressione sulle terapie intensive: i posti occupati da malati Covid sono passati da 817 a 837 in 24 ore. Sono invece 3.771 i casi di coronavirus giornalieri in Campania dall’analisi di 24.948 tamponi. Sono 194 i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva in Campania, 10 in più rispetto al dato di ieri. Sono 656 i posti disponibili su base regionale (occupato il 29,5% dei posti letto disponibili). Sono invece 2.224 i posti di degenza occupati, 144 in più rispetto a ieri.

Preoccupa la situazione delle terapie intensive in Piemonte, dove i posti letto occupati sono saliti da 360 a 372 e sono ormai vicini alla soglia massima. Nella Regione sono stati accertati altri 3.682 contagi in un solo giorno con 13.712 tamponi, molti meno della Campania. Restano alti i dati dei nuovi casi anche in Emilia-Romagna (+2.822), in Toscana (+2.653) e nel Lazio (+2.612), dove sono leggermente diminuiti rispetto a ieri ma a fronte di 7mila tamponi processati in meno. In Veneto si registrano oggi 2.792 nuovi contagi, più di 700 in meno rispetto a sabato. Oggi però sono stati effettuati 3mila test in meno e sono aumentati i posti occupati in terapia intensiva: da 228 a 241.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Milano, donna prende a calci un’ambulanza in servizio: “Siete dei terroristi, usate le sirene per far paura alla gente”. Scatta la querela

next
Articolo Successivo

Un pianoforte suonerà in sala operatoria durante un’operazione al cervello su un bimbo di dieci anni per asportare un duplice tumore

next