Cala il numero di nuovi casi di coronavirus in Italia. Nonostante l’aumento del numero di tamponi effettuati rispetto a ieri, 225.640 contro 217.758, il numero di nuovi positivi nelle ultime 24 ore scende di circa 2mila unità, passando da 35.098 a 32.961, superando così la soglia di 1 milione di casi dall’inizio della pandemia: sono 1.028.424. Peggiorano, invece, i numeri riguardanti le vittime: sono 623 nell’ultima giornata, contro le 580 di ieri, con il totale che sale a 42.953. La Lombardia rimane largamente la regione più colpita con 8.180 casi nelle ultime 24 ore. Seguono la Campania con 3.166, il Veneto con 3.082 e il Piemonte con 2.953.

Continua così a crescere il numero degli attualmente positivi nel Paese che supera così la soglia dei 600mila. Con l’incremento di 23.248 nelle ultime 24 ore il totale è salito a 613.358. Questo nonostante i dimessi e guariti siano stati, nelle ultime 24 ore, 9.090.

Ciò fa sì che aumenti anche il numero delle persone che hanno necessità di essere ricoverate negli ospedali italiani. È stata superata la soglia dei 3mila pazienti in terapia intensiva, dopo l’aumento di 110 persone nelle ultime 24 ore. Il totale sale così a 3.081 persone in rianimazione che continua ad avvicinarsi al record registrato il 3 aprile scorso, quando in intensiva si trovavano 4.068 pazienti. Sono quasi 30mila, invece, i ricoverati con sintomi: con l’incremento, nelle ultime 24 ore, di 811, il totale dei pazienti nei reparti ordinari è salito a 29.444. È stato così superato il picco massimo raggiunto il 4 aprile scorso con 29.010 ricoverati.

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Affonda un gommone con 100 migranti: sei morti, tra cui un bimbo di 6 mesi. Open Arms: “Non ce l’ha fatta ad aspettare i soccorsi”

next
Articolo Successivo

“Rinunciamo alla messa per due settimane”: il vescovo di Pinerolo sospende le celebrazioni della domenica fino al 22 novembre

next