“Lei presidente si è impegnato a evitare un lockdown, però sa, e lo sappiamo anche noi, che forse questa promessa dovrà essere smentita a breve”, così il presidente dei deputati di Italia Viva, Maria Elena Boschi, dopo l’informativa del premier Conte alla Camera sul nuovo Dpcm che ha varato ulteriori misure di contenimento del contagio da coronavirus. “Noi le diciamo che se dovesse adottare delle misure più dure e restrittive per evitare un aumento dei contagi e delle vittime, noi ci siamo – aggiunge – purché siano misure davvero necessarie, che si basino su evidenze scientifiche e che servano davvero a salvare vite umane”. Boschi, rimarcando la contrarietà del partito guidato da Matteo Renzi nei confronti delle misure contenute nell’ultimo Dpcm, conferma che Italia Viva “è al fianco del governo, ma da persone libere non da yes man”.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Trasporto locale, le Regioni del nord a Conte e De Micheli: “Fondi non utilizzati? La verità è che non è mai arrivato un euro dal governo”

next
Articolo Successivo

Alto Adige schizofrenica sulle restrizioni: dopo la linea morbida, ora locali chiusi alle 18. “Seguiamo Berlino. E ci sono i ristori di Roma”

next