Gli importi che verranno erogati tramite il decreto ristori sono “significativi”. Lo ha detto il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, parlando in conferenza stampa insieme al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e al ministro Stefano Patuanelli. “L’importo medio per i ristoranti fino a 400mila euro di fatturato – ha detto Gualtieri a titolo esemplificativo – è di 5.173 euro”, per quelli fino a un milione di fatturato, 13.920 euro quelli fino a cinque milioni di fatturato e 25.000 euro per quelli oltre i cinque milioni. Per sale da concerto e teatri, ha proseguito Gualtieri, “l’importo per la fascia più bassa sarà circa 5mila euro, per quella media di circa 13.900 euro” fino a 30mila euro medi per i fatturati maggiori

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il ristorante di Montecitorio vuole riaprire per cena dopo le 18 e invita i parlamentari con un sms. Ma il presidente Fico lo chiude

next
Articolo Successivo

Conte: “Critiche di Italia Viva a dpcm? Quella sera non ci sono state proposte alternative. Scelte sofferte ma non si può più tergiversare”

next