Un ritardo dell’autobus ha provocato la protesta violenta di due giovani lungo la linea 719, a Roma, all’altezza di via Candoni, alla Muratella. Secondo il racconto dei giornali locali tutto è cominciato intorno alle 20 di venerdì quando i due sono saliti sul mezzo pubblico e hanno iniziato ad insultare l’autista colpevole, a loro dire, di aver fatto partire la corsa del bus in ritardo. Tra offese e minacce, i due ragazzi hanno tentato di aggredire anche l’autista, fermati solo dalla paratia in plastica. Poi sono scesi dopo pochi minuti, ma non hanno fermato le loro proteste: prima hanno preso a pugni il finestrino dal lato del conducente e poi hanno fatto partire un lancio di sassi che ha causato la rottura del lunotto posteriore dell’autobus. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Villa Bonetti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili