La troupe di Sky Tg24 che stava seguendo le proteste notturne a Napoli è stata aggredita da alcuni manifestanti. Il giornalista Paolo Fratter e gli operatori Vincenzo Triente e Fabio Giulianelli sono stati spinti e malmenati da alcuni partecipanti al corteo. L’aggressione è avvenuta mentre Fratter era in collegamento con lo studio ed era stata preceduta da un crescendo di intromissioni, via via più aggressive, di manifestanti nella diretta. Il giornalista è stato colpito fino a ritrovarsi steso sul cofano di un’auto e ha cercato di calmare chi aveva di fronte, ma lui e l’operatore sono stati poi inseguiti con lancio di sassi e bottiglie.

L’aggressione è avvenuta mentre il corteo contro le misure restrittive anti-Covid decise dal governatore campano Vincenzo De Luca. I manifestanti hanno attraversato buona parte del centro storico della città per poi attestarsi a poche centinaia di metri dalla sede della Regione Campania, dove sono iniziati gli scontri con la polizia. “Siamo stati aggrediti, non è stata una passeggiata”, ha detto il giornalista Fratter, sempre in diretta, una volta raggiunta area più sicura.

Immagini gentilmente concesse da SkyTg24

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Solo 100 vigili (su 6mila) a Roma per la prima notte di coprifuoco. Sindacato Ugl: “Serve giusto compenso straordinario”

next
Articolo Successivo

Guerriglia urbana a Napoli nelle protesta contro il coprifuoco: cassonetti a fuoco e lancio di sassi e bottiglie contro la polizia. Il video

next