La troupe di Sky Tg24 che stava seguendo le proteste notturne a Napoli è stata aggredita da alcuni manifestanti. Il giornalista Paolo Fratter e gli operatori Vincenzo Triente e Fabio Giulianelli sono stati spinti e malmenati da alcuni partecipanti al corteo. L’aggressione è avvenuta mentre Fratter era in collegamento con lo studio ed era stata preceduta da un crescendo di intromissioni, via via più aggressive, di manifestanti nella diretta. Il giornalista è stato colpito fino a ritrovarsi steso sul cofano di un’auto e ha cercato di calmare chi aveva di fronte, ma lui e l’operatore sono stati poi inseguiti con lancio di sassi e bottiglie.

L’aggressione è avvenuta mentre il corteo contro le misure restrittive anti-Covid decise dal governatore campano Vincenzo De Luca. I manifestanti hanno attraversato buona parte del centro storico della città per poi attestarsi a poche centinaia di metri dalla sede della Regione Campania, dove sono iniziati gli scontri con la polizia. “Siamo stati aggrediti, non è stata una passeggiata”, ha detto il giornalista Fratter, sempre in diretta, una volta raggiunta area più sicura.

Immagini gentilmente concesse da SkyTg24

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Solo 100 vigili (su 6mila) a Roma per la prima notte di coprifuoco. Sindacato Ugl: “Serve giusto compenso straordinario”

next
Articolo Successivo

Guerriglia urbana a Napoli nelle protesta contro il coprifuoco: cassonetti a fuoco e lancio di sassi e bottiglie contro la polizia. Il video

next