New York torna in lockdown. O almeno una parte. Di fronte all’ultima impennata di contagi da coronavirus registrata in città, il sindaco Bill De Blasio ha annunciato che nove quartieri saranno sigillati a partire da mercoledì. Si tratta di Edgemere, Borough Park, Gravesend, Midwood, Bensonhurst/Mapleton, Flatlands, Gerritsen Beach, Kew Gardens e Pomonok, tutti situati tra Broolkyn e la zona del Queens. Scuole e attività non essenziali verranno chiuse, così come i ristoranti che fanno servizio al tavolo. Sarà consentito solo l’asporto. “È un giorno difficile”, ha dichiarato De Blasio presentando le nuove misure per quelli che sono considerati “quartieri focolaio”. “Il lockdown partirà mercoledì”.

In tutte le zone coinvolte, secondo quanto riferiscono i media americani, è stato osservato un tasso di positività al Covid-19 superiore al 3%. “Mi addolora proporre ancora una volta questo approccio. Ma in alcune parti della nostra città, a Brooklyn e nel Queens, stiamo avendo problemi straordinari. Qualcosa che non vediamo dalla scorsa primavera”, ha spiegato De Blasio. Stando a quanto riportato dalla Cbs, solo a Brooklyn i nuovi contagi hanno superato quota 1.100 negli ultimi 4 giorni. Misure analoghe potrebbero essere adottate nelle prossime settimane anche per altri quartieri, compresa la popolare Williamsburg, qualora la situazione non dovesse migliorare.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Frane, smottamenti e città invase dal fango nel Sud-Est della Francia: le immagini dei danni della tempesta Alex

next
Articolo Successivo

Da Bolsonaro a Trump, tutte le cure dei presidenti. Non solo Remdesivir: quali sono state scelte e perché

next