“I decreti sicurezza saranno portati al Consiglio dei ministri fissato per lunedì sera”. Così il premier Giuseppe Conte a margine della visita alla scuola di San Felice a Cancello (Caserta) insieme con il ministro Lucia Azzolina. Sui decreti sicurezza il Premier ribadisce di non aver cambiato idea. “A me non stanno a cuore gli slogan porti aperti o porti chiusi, ma l’obiettivo della sicurezza e della protezione, dei cittadini italiani ma anche dei migranti, ai quali dobbiamo riconoscere i diritti fondamentali. Quando siamo nati con questo Governo uno dei punti programmatici era la revisione dei decreti sicurezza, anche alla luce delle indicazioni del presidente Mattarella. In più, dovendo ritornare su questo punto, ne abbiamo approfittato per intervenire. Quando si adotta un provvedimento – ha concluso Conte – c’è una fase di sperimentazione e in fase attuativa si possono riscontrare le necessità di fare degli ulteriori interventi”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Stato di emergenza, Speranza: “Linea della massima prudenza. Lavoriamo perché si evitino nuovi lockdown”

next
Articolo Successivo

Legge elettorale, Zingaretti: “Preferenze? Va posto tema del rapporto eletto-elettore. Io a favore dei collegi nel sistema proporzionale”

next