“Aderire allo spirito dell’Ue significa una visione diversa dai sussidi per sostenere i settori in difficoltà. Nel lockdown il governo ha assunto misure di sostegno alla liquidità delle imprese e di rifinanziamento al fondo Pmi, ma i sussidi non sono per sempre, né vogliamo diventare un Sussidistan“. Così il presidente di Confindustria Carlo Bonomi intervenendo all’assemblea annuale degli industriali si è rivolto al governo. “Sulle filiere in difficoltà occorre uno sforzo particolare, ma non sussidi né ulteriore indebitamento” quanto piuttosto “condizioni regolatorie e di mercato tali da tornare ad accrescere produzione e occupazione”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Giuseppe Conte all’assemblea di Confindustria con il presidente Carlo Bonomi: la diretta tv

next
Articolo Successivo

Assemblea Confindustria, Bonomi lancia un “nuovo patto per l’Italia” ma nessuna autocritica. I dipendenti paghino l’Irpef da soli

next