A marzo, nel pieno della pandemia, Sergio Lotti ha donato un rene al nipote, salvandogli la vita e ieri ha corso la mezza maratona a Rimini per dimostrare che è possibile farcela e sensibilizzare sulla donazione degli organi. “Ho alternato la corsa alla camminata, e sono arrivato neanche tanto stanco”, ha detto al termine della corsa Rimini-Verucchio Epicà. “Sono molto entusiasta – ha aggiunto – In questi giorni ho visto mio nipote, che è un giovane imprenditore, e sono contento che stia sempre meglio”.

Il sessantenne Lotti, originario di Sondrio, vive in Lombardia, ma va spesso in Romagna a trovare la famiglia. La 37esima edizione della “Rimini-Verucchio Epica” si è svolta con una formula inedita a causa della pandemia Covid-19, visto che i partecipanti potevano iscriversi e correre separatamente tra giugno e settembre. Lotti ha corso accompagnato da una cugina con partenza dalla collina di Covignano, a Rimini, e arrivo nel centro di Verucchio. “In Italia nel 2019 gli organi donati da viventi erano il 20% del totale. In altri Paesi è molto più alta”, ha sottolineato l’uomo. La sua campagna di sensibilizzazione comunque non si ferma e punta ad altri eventi sportivi, anche all’estero. “Il mio obiettivo – ha detto Lotti – è partecipare l’anno prossimo, Covid permettendo, alla maratona di Gerusalemme e a quella del Circolo polare artico in Norvegia, a Tromso“.

(immagine d’archivio)

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tamponi per arrivi dalla Francia, i controlli a Ventimiglia non ci sono: così l’obbligo rimane sulla carta. Sindaco: ”Si bloccherebbe tutto” – Video

next
Articolo Successivo

Coronavirus, positivo parroco in provincia di Lucca: lo scorso weekend aveva celebrato le cresime

next