“Basta divisioni, basta polemiche. Noi siamo il Movimento 5 Stelle, la forza politica che nonostante diverse sensibilità è sempre stata compatta per i cittadini. Dobbiamo lavorare per i cittadini”, così Alfonso Bonafede, ministro della Giustizia, uscendo dal Senato e riferendosi ai risultati dell’Assemblea dei gruppi congiunti di Camera e Senato del Movimento 5 Stelle svoltasi ieri sera. “Le regionali non sono andate come volevamo. Succede. Adesso si tratta di prenderne atto e di ritornare a lavorare come prima e più di prima per una proposta ai cittadini. Il consenso poi ne è una conseguenza”.

Poi svicola il tema della leadership del M5S: “Leadership? Ci metteremo intorno a un tavolo. Agli Stati Generali si capirà l’organizzazione per il Movimento 5 Stelle, che servirà per dare le migliori soluzioni agli italiani”. Sulle alleanze invece è chiaro: “Stiamo lavorando bene a livello nazionale. Continuiamo su questa strada e verifichiamo nei territori col dialogo se ci sono le condizioni. Il Paese ha bisogno di compattezza a tutti i livlli. Nei territori valuteremo se ci sono le condizioni per allearsi. Il tentativo di avviare un confronto deve esserci”, ha concluso.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Legge elettorale, le liste bloccate sono il cancro: per me la scelta migliore è un’altra

next
Articolo Successivo

M5s, Fico: “Serve percorso verso idea nuova di Movimento. Leadership collegiale? Buona idea”

next