Non succedeva dal 2012: il carnevale di Rio de Janeiro, in Brasile, è stato rinviato a data da destinarsi a causa dell’emergenza coronavirus. La decisione delle autorità brasiliane segue quella del rinvio all’ottobre 2021 di un altro carnevale, quello di San Paolo. D’altra parte il Paese è uno dei più colpiti dalla pandemia e conta oltre 4,6 milioni di casi di Covid-19 e 139.808 morti. Gli ultimi dati ufficiali parlano di 32.817 contagi e 831 decessi solo nelle ultime 24 ore. Le scuole di samba che lavorano tutto l’anno alla preparazione del Carnevale di Rio avevano già messo in guardia: senza un vaccino è difficile mantenere la tradizione che ogni anno attira milioni di persone.

C’è chi comunque studia una “soluzione alternativa”. Come Jorge Castanheira, presidente di Liesa, la Lega indipendente delle scuole di samba di Rio. Si pensa, ha detto in dichiarazioni riportate dalla Bbc, “a qualcosa che si possa fare in sicurezza“. Ma ancora non si può annunciare una data e l’unica certezza è che le scuole di samba non avrebbero tempo a sufficienza per preparare l’appuntamento per febbraio. Il rinvio riguarda solo l’evento ‘ufficiale’, non i ‘blocos’ che rendono il carnevale ancor più spettacolare con usi, costumi e tradizioni diverse. Non mancano i timori per le ripercussioni sull’economia e sul turismo.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid, record di casi in Francia: 16mila in un giorno. 6mila nel Regno Unito. La Spagna supera i 700mila positivi: primi in Europa

next
Articolo Successivo

Coronavirus, nuovo record di casi in Israele: 7527 nell’ultimo giorno, nel Paese scatta ancora lockdown. Altri 2000 contagi in Germania

next