Zlatan Ibrahimovic è positivo al Covid-19. La scoperta è arrivata dopo l’ultimo giro di tamponi a cui i calciatori del Milan si sono sottoposti dopo che mercoledì 23 settembre era stata accertata la positività del difensore Léo Duarte. “Zlatan Ibrahimovic è risultato positivo al tampone effettuato per la partita odierna, Milan-Bodø/Glimt”, ha comunicato la società in una nota. “Informate le autorità sanitarie competenti – spiega il club rossonero in una nota – l’attaccante svedese è stato prontamente posto in isolamento domiciliare. Tutti gli altri tamponi effettuati sul gruppo squadra sono risultati negativi“, conclude la società.

Il Milan stasera giocherà in Europa League contro il Bodø/Glimt senza il suo centravanti, ma a causa dei tempi di quarantena l’assenza di Ibra si prolungherà per due settimane, fino alla sosta per le nazionali. L’attaccante salterà le gare conto Crotone e Spezia. La speranza del Milan è di riavere Ibrahimovic in campo in tempo per il derby a San Siro contro l’Inter del 17 ottobre.

Il centravanti svedese ha reagito a modo suo alla notizia della positività, lanciando su Twitter una vera e propria sfida al virus: “Ieri sono risultato negativo al Covid test – ha scritto sul suo profilo ufficiale – oggi sono positivo. Non ho alcun sintomo. Il Covid ha avuto il coraggio di sfidarmi. Pessima idea“.

Memoriale Coronavirus

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Luis Suarez, il caso ridotto a tifo calcistico. Ma perché nessuno parla di lotta di classe?

next
Articolo Successivo

Il calciatore più ricco al mondo sbarca nella città di Cristiano Ronaldo: il Marítimo di Madeira ha acquistato Faiq Bolkiah

next