Giuseppe Conte è un fuoriclasse che costituisce per noi pugliesi un grandissimo orgoglio, noi quindi difenderemo il presidente con le unghie e con i denti, perché è un uomo che capisce il Sud, è in grado con umiltà di porsi in ascolto e poi lavora bene con le Regioni”, così Michele Emiliano dopo la riconferma come presidente della regione Puglia, commenta in conferenza stampa il ruolo del premier sottolineando di aver avuto con lui e con Nicola Zingaretti, segretario del Pd, due telefonate liberatorie. Parlando con i giornalisti, poi, Emiliano si dice “pronto, sulla base di un programma, a qualunque tipo di apporto da parte del M5s”, ma, ricorda “deve essere rispettoso”. “In campagna elettorale sono stato spesso colpito sul piano personale. Però il mio animo è incapace di qualunque tipo di rancore”, aggiunge, sottolineando di voler fare “come dice Fiorella Mannoia”, e cioè “dire ancora una volta sì”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, Cartabellotta: “Dati migliori di Francia, Spagna e Inghilterra? Grazie al lockdown. Riapertura stadi al 50% è una follia”

next
Articolo Successivo

L’Inps sotto la lente della Corte dei Conti: 140 miliardi di contributi non riscossi, conti in rosso e rischio quota 100

next