Nel corso del dibattito sulla sfiducia ad Attilio Fontana, iniziata questa mattina in Consiglio regionale, il M5s ha portato in Aula alcuni scatoloni da trasloco, ognuno etichettato con il nome di un assessore regionale e del presidente, per protestare sulla gestione dell’emergenza Covid. Uno scatolone è stato consegnato anche alla consigliera di Italia viva, Patrizia Baffi, protagonista di un duro attacco contro la mozione sottoscritta dal resto delle opposizioni. Per il capogruppo Massimo De Rosa, “nell’interesse dei lombardi, Fontana, i suoi assessori e questa maggioranza devono andare a casa. Hanno dato prova per mesi di incompetenza e incapacità; non sono assolutamente in grado di gestire la nuova fase di pandemia e il rilancio della Lombardia. Cittadini e imprese non meritano di essere danneggiate ulteriormente da una amministrazione che non sa ammettere i propri errori, cambiare strategia, e che pretende di avere l’autonomia senza sapere usare quella che ha già, per esempio nella sanità. La Lombardia ha bisogno urgente di una visione di futuro”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Taglio dei parlamentari, chiamatelo pure principio di precauzione ma io voto No

next
Articolo Successivo

Voto ai 18enni per il Senato, bocciato il rinvio della riforma chiesto dal centrodestra: il ddl arriva a Palazzo Madama

next