A Minsk non si ferma la protesta del popolo contro Alexander Lukashenko. Mentre il presidente russo Vladimir Putin ha riconosciuto come legittima la sua rielezione, l’autarca bielorusso impiega non solo la polizia ma anche l’esercito per sedare le manifestazioni ininterrotte dal 9 agosto scorso. Domenica 30 agosto decine di migliaia di dimostranti sono scesi in piazza. La polizia ha arrestato 125 persone. Alcuni manifestanti sono stati strattonati e presi di peso per essere caricati sui blindati

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Operazione antiterrorismo su un volo Ryanair per un “oggetto sospetto”. Arrestati un italiano e un kuwaitiano, poi rilasciati senza accuse

next