È terminata la delicata operazione di bonifica subacquea condotta dai palombari del Gruppo Operativo Subacquei (Gos) del Comando Subacquei e Incursori della Marina Militare (Comsubin), nelle acque antistanti la località di Albisola Superiore (Savona).

L’operazione, iniziata il 23 agosto, ha permesso di neutralizzare una bomba di aereo da 600 libbre, grazie alla cornice di sicurezza assicurata dalla Guardia Costiera di Savona. L’intervento d’urgenza, disposto dalla prefettura di Savona ha permesso di identificare e riconoscere una bomba di aereo inesplosa risalente alla seconda guerra mondiale. L’ordigno è stato rinvenuto alla profondità di 4 metri e a una distanza dalla costa di circa 100 metri. I palombari del Gos lo hanno rimosso dal fondo e trasportato nella zona di sicurezza, dove lo hanno fatto brillare.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Benevento, Salvini in città senza mascherina né distanziamento. Mastella: “Sarà multato”

next