“Nessun veleno” è stato rilevato nel sangue di Alexei Navalny, il blogger ed oppositore russo ricoverato in coma ad Omsk, che secondo i suoi sostenitori sarebbe stato avvelenato. Lo afferma Anatoly Kalinichenko, vicedirettore dell’ospedale durante un bollettino. L’attivista, ricoverato in terapia intensiva, su decisione dei medici “non sarà trasferito all’estero a causa del suo stato di salute instabile”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Supereremo questa stagione di tenebre”. Joe Biden accetta candidatura alla presidenza Usa: guiderà partito verso futuro di cui non farà parte

next