Flavio Briatore chiude in anticipo il Billionaire di Porto Cervo e se la prende con l’ordinanza del sindaco di Arzachena, Roberto Ragnedda. Secondo Briatore il primo cittadino sarebbe colpevole di aver emesso un’ordinanza più restrittiva del decreto che impone limitazioni alle sale da ballo.

Briatore ha pubblicato un lungo video sul suo profilo Instagram, spiegando le proprie ragioni: “L’ordinanza mette in ginocchio l’economia della Costa Smeralda, lo ha fatto senza confrontarsi con le parti sociali. Questo è un altro grillino contro il turismo. A me spiace per i nostri clienti, eravamo pieni fino a fine mese. Ci sono dipendenti che hanno preso case, abbiamo pagato serate, abbiamo portato calciatori… cosa è una vendetta? Non capisco cosa sia. Chiedo scusa ai nostri dipendenti per essere amministrati da sindaci così… non si fa il sindaco così”. Poi conclude: “Piange il cuore vedere un’economia trucidata così da gente che non ha mai fatto un cazzo nella vita”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Da Dacia Maraini a Leoluca Orlando, l’augurio alla Sea Watch di nuovo in mare: “Buon vento, il primo diritto è quello alla vita”

next
Articolo Successivo

Mes, Silvia Vono (Italia viva): “Vista l’emergenza è inevitabile”. Poi continua: “Basta sussidi, servono investimenti e infrastrutture”

next