Un drone a forma di croce, di colore giallo e nero, avrebbe rischiato di colpire l’aereo con a bordo il presidente statunitense Donald Trump durante un atterraggio alla pista della Base Andrew, nei pressi di Washington. L’incidente, stando a quanto riportato dai media a stelle e strisce, è stato sfiorato domenica alle 17.54.

Il capo della Casa bianca era di ritorno dal New Jersey, dove ha trascorso il fine settimana, quando il Boeing 757 su cui viaggiava è stato affiancato dall’oggetto sospetto. A riferirlo all’agenzia Bloomberg sono stati alcuni passeggeri che hanno assistito alla scena. Il Secret Service e le autorità per la sicurezza aerea americana non confermano. Ma l’incidente sembra essere uno dei migliaia che si verificano ogni anno negli Stati Uniti. I droni a uso civile pesano solo qualche chilogrammo e probabilmente non sono in grado di abbattere un jet. Alcuni studi recenti hanno però messo in evidenza che sono in grado di causare più danni di quello che si può pensare e di incidenti simili causati da uccelli.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

TRUMP POWER

di Furio Colombo 12€ Acquista
Articolo Precedente

Coronavirus, a Malta aumentano i contagi e il governo corre ai ripari: chiusi bar e locali notturni, limitazioni anche per i matrimoni. In Spagna superati i 16mila contagi in tre giorni

next
Articolo Successivo

Coronavirus, a Wuhan migliaia di persone all’acquapark senza mascherine, né distanze

next