A due anni dal crollo del ponte Morandi, Emilio Vedelago, vigile del fuoco del comando di Genova, ricorda quei momenti vissuti in prima linea: “Con l’inaugurazione del nuovo ponte sembrano esserselo dimenticato, ma quelle macerie che sono stati così veloci a togliere dalla strada non si possono togliere dal nostro cuore”. Quel mattino del 14 agosto 2018 ha assistito in prima persona al crollo mentre era casualmente in Val Polcevera e ha soccorso due persone che si sono salvate per miracolo nei difficili momenti immediatamente successivi alla tragedia: “Noi vigili del fuoco siamo abituati a intervenire in eventi imponderabili – spiega nel ricordare le ragioni della lettera aperta che, assieme ad altri 75 colleghi ha voluto mandare ai parenti delle vittime) – mentre specialmente in Liguria ci capita di intervenire in disastri annunciati e dovuti all’abbandono delle infrastrutture e del territorio”. Per questo per molti genovesi quella di oggi non è solo una giornata di ricordo per le vittime della strage autostradale di due anni fa, ma anche un’occasione per ricordare i danni che può fare la mancanza di cura, prevenzione e manutenzione di un territorio fragile e minacciato dal dissesto idrogeologico e dalle condizioni precarie delle infrastrutture

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Due anni fa crollò il ponte Morandi. Conte ai familiari delle vittime: “Con voi nella richiesta di giustizia”. Di Maio: “Solo con Benetton via”

next
Articolo Successivo

Sequestrata maxi-piantagione di marijuana in Puglia: nascosta in un vigneto. Un arresto

next