Per Bergamo e per l’Italia intera. L’ora è arrivata: l’Atalanta si prepara a sfidare i colossi francesi del Psg di Neymar e Mbappè (che partirà dalla panchina) nei quarti di finale di Champions League. “Siamo come la Nazionale: speriamo di rappresentare bene l’Italia. Tutti a fare il tifo per noi, questo è raro ed è bellissimo, ci riempie di orgoglio, ci dà una carica in più per fare una bella figura”, sono le parole del tecnico Gian Piero Gasperini. I nerazzurri inseguono il sogno di una semifinale, da conquistare in 90 minuti allo stadio Da Luz di Lisbona, lo stadio del Benfica. Fischio d’inizio alle ore 21.

“Siamo la dimostrazione che anche una squadra senza blasone può comunque fare bene e raggiungere traguardi“, ha detto ancora Gasperini. La sua formazione anti-Psg è già praticamente pronta: c’è Sportiello al posto dello squalificato Gollini in porta, mentre Caldara dovrebbe giocare al posto del recuperato Palomino in mezzo alla difesa. Con De Roon, Freuler e Gosens a completare la linea mediana uno tra Hateboer e Castagne: è l’unico vero dubbio ancora nella testa del Gasp. Che davanti si affiderà a Pasalic e Gomez dietro Zapata, con Malinovskyi e Muriel probabili carte da giocare a partita in corso. Dalla panchina partirà anche la stella francese Mbappè: il tecnico tedesco Tuchel dovrebbe tenerlo come asso nella manica. Anche perché in attacco può contare comunque sulla coppia formata da Sarabia e dall’ex Inter Mauro Icardi per coadiuvare l’estro di Neymar. Al Psg mancano comunque lo squalificato Di Maria e l’infortunato Verratti: al suo posto dovrebbe esserci Paredes.

Quello in mano a Tuchel resta uno squadrone e i francesi sono i favoriti. La difesa nerazzurra dovrà fare particolare attenzione a Icardi, che contro l’Atalanta ha già segnato 7 gol. E se il Psg ha i suoi assi tutti in attacco, i parigini in tutta la Champions hanno subito gol in sole due partite. A favore dei bergamaschi c’è il fattore preparazione fisica: dopo il lockdown hanno potuto giocare in campionato, rifiatando nelle ultime partite a obiettivo raggiunto. Al contrario il Psg è rimasto fermo fino alle due partite giocata a fine luglio: la finale di Coppa di Francia e quella di Coppa di Lega, entrambe vinte. A confortare Gasperini c’è anche il ricordo degli ottavi giocati contro il Valencia ormai 6 mesi fa: allora l’Atalanta dominò, ma aveva tra i suoi assi anche il genio di Ilicic, ora indisponibile.

Orario e dove vederla
Atalanta-Paris Saint-Germain sarà trasmessa da Sky (Sky Sport Uno) e sarà visibile anche in chiaro su Canale 5: fischio d’inizio alle ore 21. La vincente affronterà in semifinale la squadre che uscirà dalla sfida tra Atletico Madrid e Lipsia, in programma giovedì sempre alle ore 21.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Champions, il Psg si prepara per l’Atalanta: c’e’ anche Mbappe’. L’attaccante francese dovrebbe partire dalla panchina

next
Articolo Successivo

Atalanta-Psg, la Dea si ferma a pochi minuti dal sogno: i francesi rimontano al 92esimo il vantaggio di Mario Pasalic

next