Nel pomeriggio del 7 agosto 2020, a Busto Garolfo, comune dell’hinterland milanese, i Carabinieri della Compagnia di Legnano, nel corso di un normale controllo stradale hanno arrestato un cittadino italiano incensurato di 56 anni. Si tratta di un litografo residente a Inveruno. I militari hanno fermato il furgone e hanno notato il nervosismo dell’uomo, hanno quindi proceduto con la perquisizione del piccolo furgone.

Nel doppiofondo della cabina del veicolo erano occultato 6 sacchi di juta, che custodivano 210 chili di hashish, suddivisi in panetti da 100 grammi. A casa dell’uomo sono poi stati trovati pochi grammi di marijuana, un bilancino di precisione due ricetrasmittenti.

L’uomo ora si trova in carcere a Busto Arsizio.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Alzano e Nembro, Conte: “Il verbale del Cts del 3 marzo? Ne sono venuto a conoscenza il 5. Dopo il confronto valutate misure più severe”

next
Articolo Successivo

Covid, 3 positivi su 4 nel centro di accoglienza di Casier. Numeri raddoppiati in una settimana: “Distanze e isolamenti impossibili”

next