Soldi alle casalinghe che vogliono frequentare corsi di formazione. E’ una delle novità più curiose che compaiono nel testo del decreto agosto approdato all’esame del Consiglio dei ministri di questa sera. Il fondo avrà una dotazione di 3 milioni all’anno a partire dal 2020 con lo scopo di “incrementare le opportunità culturali e l’inclusione sociale delle donne che svolgono attività nell’ambito domestico”. I criteri e le modalità di riparto del fondo, precisa il testo, saranno definite con un decreto del ministro per le pari opportunità e la famiglia da emanarsi entro il 31 dicembre 2020.

Ventiquattro rate per saldare i conti con il fisco – Le tasse sospese nei mesi del lockdown non andranno più saldate entro la fine dell’anno ma in due anni, con 24 rate mensili. Non viene però rimandato il primo appuntamento col fisco previsto per il 16 settembre. Le rate saranno comunque molto più leggere perché da 4 diventano 24. A essere diluiti sono i versamenti di tasse, contributi e ritenute previsti per marzo, aprile e maggio.

Sgravi contributivi ad hoc per il turismo. L’esonero dal versamento dei contributi – ma per massimo 3 mesi – viene esteso anche alle “assunzioni a tempo determinato o con contratto di lavoro stagionale nei settori del turismo e degli stabilimenti termali”. In caso di trasformazione a tempo indeterminato si applica la prevista per le altre aziende, cioè uno sgravio totale per 6 mesi (escluso il contributi Inail) fino a un massimo di 8.060 euro annui riparametrato su base mensile. Stop alla seconda rata dell’Imu anche per “discoteche sale da ballo, night-club e simili” gestite dai proprietari degli immobili. Lo prevede la bozza del decreto agosto, ancora suscettibile di modifiche, che estende la misura già prevista nelle bozze per le strutture ricettive ma anche per le fiere e per cinema e teatri. Per questi ultimi resta confermato l’esonero anche per l’intero importo del 2021 e del 2022. Per alberghi, agriturismo e terme sale al 65% il credito d’imposta riconosciuto in due anni per la riqualificazione e il miglioramento delle strutture ricettive. (A

Arriva il condono per gli stabilimenti balneari “Al fine di ridurre il contenzioso relativo alle concessioni demaniali marittime per finalità turistico-ricreative” sarà possibile saldare i propri debiti versando solo il 30% dell’importo dovuto in un’unica soluzione, o pagando il 60% ma spalmato in 6 anni. Tutti i procedimenti amministrativi, pendenti alla data di entrata in vigore del provvedimento, verranno quindi sospesi ”fino al 15 dicembre 2020”. Inoltre “sono inefficaci i relativi provvedimenti già adottati oggetto di contenzioso, inerenti al pagamento dei canoni, compresi i procedimenti e i provvedimenti di riscossione coattiva, nonché di sospensione, revoca o decadenza della concessione per mancato versamento del canone”. La domanda per accedere alla definizione della sanatoria dovrà essere presentata “entro il 15 dicembre 2020 ed entro il 30 settembre 2021 è versato l’intero importo dovuto, se in un’unica soluzione, o la prima rata, se rateizzato”.

Altri 400 euro per chi è in difficoltà – Nuovi fondi per il reddito di emergenza per le famiglie più in difficoltà. Si potrà fare richiesta entro il 15 ottobre. I beneficiari riceveranno un assegno di 400 euro: si tratterebbe della terza tranche dopo le due disposte dal decreto rilancio di 400 euro ciascuna.

490 milioni per l’auto – Confermato l’investimento nel settore automotive. Lo fa sapere il ministro dello Sviluppo economico Stafano Patuanelli. Si tratta di “400 milioni” per l’ecobonus auto “e 90 milioni per contributi all’installazione di colonnine di ricarica installate da professionisti e imprese”.

Assegno più leggero per i lavoratori dello spettacolo – Una indennità una tantum di 1000 euro per stagionali e tempi determinati di turismo e terme, per i lavoratori dello spettacolo e per i più precari (dagli intermittenti agli incaricati delle vendite a domicilio), per compensare un lavoro perso prima dell’emergenza e non ancora ritrovato a causa della pandemia. Nella nuova bozza del decreto agosto scende il contributo per queste categorie di lavoratori, inizialmente pensata come una riedizione per 2 mesi del bonus da 600 euro. Questa nuova indennità sarà erogate dall’Inps, previa domanda, nel limite di spesa complessivo di 680 milioni di euro per l’anno 2020.

Triplicati i fondi per il bonus babysitter per gli operatori sanitari– Sale da 67,6 a 236,6 euro il finanziamento per il bonus babysitter per medici e infermieri, tecnici e operatori sociosanitari (2.000 euro) mentre il fondo per il bonus per colf e badanti viene ridotto da 460 a 291 milioni.

Via libera alla Cig per i dipendenti di Air Italy Arriva lo sblocco della cassa integrazione per i 1.500 lavoratori di Air Italy. Il decreto rivede infatti le norme sul trasporto aereo del decreto Cura Italia e prevede che possano essere concessi altri 10 mesi di Cig alle aziende del settore “in possesso del prescritto Certificato di Operatore Aereo (COA) e titolari di licenza di trasporto aereo di passeggeri rilasciata dall’Ente nazionale dell’aviazione civile, che hanno cessato o cessano l’attività produttiva nel corso dell’anno 2020” che non siano in procedura concorsuale, previo accordo al ministero del Lavoro e “ove ricorra almeno una delle seguenti condizioni: a) prospettive di cessione dell’azienda o di un ramo di essa; b) specifici percorsi di politica attiva del lavoro posti in essere dalla Regione o dalle Regioni interessate”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Industria, a giugno produzione in ripresa: +8,2% su maggio. Ma rispetto allo stesso mese del 2019 segna ancora -13,7%

next
Articolo Successivo

Decreto Agosto, da dicembre il rimborso per chi paga con carta. Misure per i negozi dei centri storici e per la filiera alimentare

next