La Roma passa a Dan Friedkin. Nella notte il presidente del club, James Pallotta, ha sottoscritto l’accordo vincolante per la cessione della partecipazione di controllo della società giallorossa al texano Gruppo Friedkin. L’operazione è valutata in circa 591 milioni di euro e dovrebbe concludersi entro la fine di agosto. Friedkin,nato in California, è a capo di un gruppo con sede in Texas che comprende i concessionari Toyota negli Usa, catene alberghiere, villaggi per i safari e società di produzione cinematografica. Secondo le stime di Forbes, la sua ricchezza personale ammonta a 4,2 miliardi di dollari.

“Sono certo che saranno dei grandi futuri proprietari per l’AS Roma”, ha commentato Pallotta dopo l’annuncio alla Consob della firma dell’accordo. “Noi tutti al Friedkin Group siamo felici di aver fatto i passi necessari a diventare parte di questa città e club iconici“, ha detto invece Friedkin. “Non vediamo l’ora di chiudere l’acquisto il prima possibile e di immergerci nella famiglia dell’AS Roma”.

Nella nota del club giallorosso si legge che l’azionista di maggioranza della Roma, As Roma Spv Llc, ha sottoscritto un accordo vincolante ai sensi del quale, tra le altre cose, cederà a Friedkin la sua partecipazione di controllo detenuta nel club e alcune attività correlate, compresi “i fondi che ha messo a disposizione del club per supportare la sua prevista capitalizzazione, e Friedkin assumerà alcune passività relative al club”. L’operazione, spiega la nota diffusa, “sarà effettuata attraverso una cessione a Friedkin dell’intera partecipazione detenuta da As Roma Spv nel club pari all’86,6% del capitale sociale“. Friedkin acquisirà anche il 100% del capitale sociale di Asr Soccer LP e il 100% del capitale azionario di Asr Retail TDV.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il portiere del Granada solidarizza con gli indipendentisti in carcere e la destra lo attacca. Ma è così per tutti?

next
Articolo Successivo

Da simboli a introito: oggi i divari nel calcio si misurano (anche) guardando alle magliette. Perché e come le divise stanno cambiando

next