Uno schiaffo in pieno volto. Ed Emanuele, 39enne romano, viene scaraventato a terra. Non è la cronaca di una lite condominiale, ma la storia di una perquisizione un po’ troppo irruenta. Chi alza le mani infatti è un agente di polizia che insieme ad altri colleghi stava perquisendo la casa di Emanuele, trovato in possesso di alcune bustine di stupefacente. Il fatto è stato immortalato dalle telecamere installate in casa di Emanuele e le immagini ora sono al vaglio della procura di Roma. La storia è raccontata sul Fatto Quotidiano di oggi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

“Questo lo uccido, quanto è vero Dio”, l’agente non si controlla. La perquisizione della polizia immortalata dalle telecamere

next