“È stato lo scudetto più difficile dei nove della Juventus – così l’allenatore della Juventus Maurizio Sarri dopo la vittoria contro la Sampdoria per 2 a 0 e la conquista dello scudetto – È stata una stagione complicatissima per tutto quello che è successo, però vincere è sempre difficile. Farlo poi per così lungo tempo è un’impresa straordinaria”. Alla domanda se sia sottovalutato o meno, l’allenatore risponde: “Non so se sono sottovalutato, so che di allenatori italiani in attività che hanno vinto in Italia e in Europa ce ne sono pochi”. Il titolo, sottolinea Sarri, “era un mio obiettivo, come tutti i i bambini sognavo da grande di vincerlo, non l’ho vinto da grande ma da vecchio, comunque l’ho vinto”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Juventus-Sampdoria 2-0, nono scudetto consecutivo per i bianconeri. Primo tricolore per Sarri, è il 36esimo per la Signora

next
Articolo Successivo

Scudetto Juventus, la festa dei tifosi a Torino è contenuta: Piazza San Carlo è semi-deserta. “Quest’anno la vittoria ha un sapore diverso”

next