“È chiaro che, a parità di ruolo, se il dipendente pubblico guadagna gli stessi soldi a Milano e a Reggio Calabria è intrinsecamente sbagliato, nel senso che il costo della vita delle due realtà è diverso”. Lo ha detto il sindaco di Milano, Beppe Sala, nel corso di una diretta Facebook trasmessa sulla pagina InOltre-Alternativa progressista, del Giovani democratici. Il sindaco stava rispondendo a una domanda sul costo della vita, sul caro affitti e sulle difficoltà, soprattutto dei giovani e dei precari, di permettersi una casa a Milano. Da qui la riflessione sulle retribuzioni nelle due città. Parole che hanno dato il via alla polemica politica, con Fratelli d’Italia in prima fila. “Il sindaco progressista propone, in sostanza, la reintroduzione delle gabbie salariali” ha commentato in un post su Facebook il deputato Wanda Ferro

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Enrico Letta su La7: “Conte? Tutti buoni a criticare ora, ma ha lavorato in una condizione difficilissima e da far tremare i polsi”

next
Articolo Successivo

De Luca: “Mettetevi queste benedette mascherine. Non temete di apparire démodé. Futuro? Puntiamo al miracolo economico”

next