Un surfista di 17 anni è morto dopo essere stato attaccato da uno squalo davanti la spiaggia di Wooli, a circa 630 chilometri a nord di Sydney, mentre faceva surf sulla costa orientale dell’Australia. “Numerosi surfisti hanno prestato soccorso prima che il teenager ferito potesse essere portato a riva”, ha scritto la polizia in una nota, ma è stato inutile: il ragazzo è morto sul posto. Lo squalo ha attaccato intorno alle 14.30 lasciando diverse ferite sulle gambe del giovane.

Si tratta della quinta persona nel Paese che perde la vita dall’inizio dell’anno in seguito all’attacco di uno squalo. Lo scorso sabato, un ragazzo di 20 anni è morto dopo essere stato attaccato da uno squalo mentre faceva pesca subacquea a largo delle coste del Queensland, sempre nel versante orientale del Paese.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Belgrado, non si fermano le proteste contro le misure anti Covid: lanci di pietre e lacrimogeni, e mezzi incendiati

next
Articolo Successivo

Covid, incriminato predicatore che vendeva candeggina come “cura miracolosa”. Scrisse a Trump prima della sua uscita sulle iniezioni

next