Storia di un paese allo sbando digitale. Dopo vent’anni di promesse restiamo quartultimi in Europa e la fibra è ferma al palo per i litigi tra operatori, i ritardi dei Comuni e una burocrazia opprimente. Intanto i dati sanitari degli ospedali vengono rubati e il telelavoro rischia di diventare una nuova schiavitù.

Sabato 11 luglio in edicola con il Fatto Quotidiano
Dal 12 luglio solo FQ MillenniuM a € 3,90

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Rossano Cochis, morto l’ex braccio destro di Renato Vallanzasca: “Nanu” colpito da un infarto a Vieste mentre faceva un bagno

next
Articolo Successivo

Covid, nei mesi del picco il 118 lombardo tolse automediche e rianimatori dalla Bergamasca: “Scelta fatta con ospedali”. Interrogazione Pd

next