“Abbiamo retto tre mesi durante la pandemia, poi è ricominciata in politica la balcanizzazione e il pollaio permanente, la mancanza di razionalità nell’azione pubblica”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca nel suo intervento al convegno di Industria Felix a Napoli.

De Luca ha spiegato che in Italia è tornata “la logica del fare finta e del mezzo mezzo, del non decidere mai fino in fondo senza poi fare una verifica dei risultati di quello che si propone. L’epidemia avrebbe dovuto spingerci a cambiare tutto e per due o tre mesi abbiamo avuto la sensazione di potere e dovere cambiare le gerarchie dei valori, la qualità della politica delle istituzioni, poi sono tornati l’accapigliamento continuo e gli ideologismi. Non so se riusciremo mai a liberarci di questi vizi”.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Salvini viene contestato ma resta alla guida del primo partito: fare le ‘anime belle’ non basta

next
Articolo Successivo

Decreto Semplificazioni, l’accordo nel Cdm. Dalle regole per gli appalti alla nomina entro l’anno dei commissari per le grandi opere

next