Una nuova livrea completamente nera per la Mercedes 2020, che sostituirà per tutto il mondiale di Formula 1 il tipico colore argentato della casa automobilistica tedesca. Un segnale dell’impegno da parte della compagnia per combattere il razzismo e in supporto al movimento Black Lives Matter. La nuova livrea è già stata vista durante le prove libere per il GP d’Austria che si disputerà domenica. Il debuttato ufficiale sabato con le qualifiche sul Red Bull Ring di Spielberg.

La decisione del marchio è arrivata alcuni giorni fa e rimarca l’interesse che il suo pilota di punta, Lewis Hamilton, sta dimostrando nei confronti del tema. “Non smetterò di spingere fino a quando non ci sarà un vero cambiamento. E dobbiamo unire le forze: è difficile cambiare, ma bisogna cambiare”, ha spiegato Hamilton durante una conferenza stampa. “Bella la reazione della F1 e anche della Mercedes sull’importanza dell’inclusione – prosegue il pilota -. Però non ho sentito parlare gli altri team, per il momento poche opportunità sono state date alle minoranze”. Per questo, continua Hamilton, “non basta un hashtag e poi tornare alla situazione di prima, noi che siamo privilegiati dobbiamo unire le nostre voci, e come team abbiamo dimostrato di conoscere bene qual è la situazione attuale”.

Anche la Mercedes, dalle parole del direttore esecutivo della scuderia Toto Wolff, ha espresso la propria solidarietà al movimento: “Il razzismo e la discriminazione non hanno posto nella nostra società, nel nostro sport o nella nostra squadra: questa è una convinzione fondamentale in Mercedes”. Per questo, per l’intera stagione 2020, “le Frecce d’Argento gareggeranno in nero” ha spiegato Wolff.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Razzismo, Bernie Ecclestone risponde a Lewis Hamilton: “Io contrario ai neri? Non lo sono, piuttosto il contrario”

next
Articolo Successivo

Formula 1 al via: Hamilton punta i record di Schumacher, Verstappen è il primo ostacolo. Le Ferrari? L’unica certezza è la sfida Leclerc-Vettel

next