Protestano ogni settimana dal 4 maggio davanti alla sede del Comune di Milano e a quella della Regione Lombardia per farsi sentire. Un gruppo di cittadini milanesi è pronto a un esposto collettivo per procurata pandemia, per omissione di soccorso e mancata vigilanza. “Faremo una sorta di class action che può essere sottoscritta da qualsiasi cittadino”, afferma Ginevra Battistini, organizzatrice di questi flash mob, che sottolinea: “Siamo stati tutti esposti ai crimini di Attilio Fontana e Giulio Gallera che non hanno curato e tutelato noi milanesi e lombardi”.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

IL DISOBBEDIENTE

di Andrea Franzoso 12€ Acquista
Articolo Precedente

Coronavirus – i dati: aumentano ancora i nuovi casi, 201 in 24 ore. Altri 30 morti. Calano ricoveri ordinari: per la prima volta sotto 1000

next
Articolo Successivo

Lombardia, studenti universitari in presidio: “Regione garantisca le borse di studio. L’emergenza sanitaria ha colpito anche noi”

next