Quattro persone sono morte e sette sono rimaste ferite venerdì pomeriggio in un incidente stradale sull’autostrada A1 tra Arezzo e Monte San Savino. Due delle vittime sono bambini: un neonato di 10 mesi e una bimba di 10 anni. Coinvolti nello scontro, avvenuto all’altezza di Badia al Pino nel comune di Civitella in Valdichiana (Arezzo), un mezzo pesante e due auto: stando alle prime notizie una delle due macchine ha tamponato un tir, finendo poi contro un’altra auto. I quattro morti, di nazionalità romena, erano a bordo di una delle due auto, una monovolume che trasportava anche altre tre persone.

I feriti sono stati portati negli ospedali di Siena, Arezzo e al pediatrico Meyer di Firenze. Sul luogo dell’incidente sono intervenuti anche due elisoccorsi Pegaso insieme alla polizia stradale e ai vigili del fuoco e per consentire l’accesso l’autostrada è stata chiusa in entrambi i sensi di marcia.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, il video degli infermieri di Bologna: “Non sono un eroe. Sono lo stesso che insulti per le attese o minacci per un codice bianco”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, aumentano i contagi giornalieri: sono 518, ma con 15mila tamponi in più. Il 77% in Lombardia. Ancora 85 vittime

next