Riaperti i confini regionali in tutta Italia dopo tre mesi di restrizioni per le norme anti Covid. Alla stazione di Milano centrale, le procedure per l’accesso ai treni dei passeggeri procedono in maniera ordinata. Chi parte è sottoposto al controllo della temperatura con il termoscanner. “Aspettavo questo momento da almeno due mesi” racconta un ragazzo in partenza per Genova. Le procedure sono più snelle anche perché non c’è più l’obbligo di autocertificazione per motivare il viaggio mentre gli altoparlanti continuano a raccomandare il rispetto della distanza e delle altre regole di sicurezza

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Roma, incendio in un deposito dell’Atac: sette autobus in fiamme. L’intervento dei vigili del fuoco

next
Articolo Successivo

Prato, diceva di essere il diavolo e poter risorgere: così il capo di una setta convinceva gli adepti a subire atti sessuali

next