Per qualche ora Trapani è stata la prima provincia italiana in cui la pandemia si è potuta dirsi conclusa, secondo i parametri dell’Organizzazione mondiale della sanità. Per 28 giorni, infatti, non si sono registrati nuovi contagi e l’Oms richiede due cicli di incubazione senza l’accertamento di positività per dichiarare cessata l’emergenza. A segnalarlo era il sito del Sole 24 Ore nella mappa di InfoData, la sezione di data journalism del quotidiano economico, che ha elaborato i dati della Protezione Civile. Ma non c’è stato neanche il tempo di dichiarare lo scampato pericolo che sono stati accertati 4 nuovi casi a Mazara del Vallo, Calatafimi, Castelvetrano e Marsala.

Dopo il Trapanese ci sono altre province .che si avvicinano al traguardo simbolico del Covid-free temporaneo. A Crotone, per dire, non si registrano contagi da 27 giorni, mentre a Enna da 20. Sulla buona strada anche il Sud Sardegna con 20 giorni senza contagi accertati. In ‘zona gialla’ anche L’Aquila, dove l’ultimo caso di positività risale a 12 giorni fa. In tutta la Calabria da 4 giorni non si registra nemmeno un contagio, mentre in Sardegna ne sono trascorsi 3 dall’ultimo tampone positivo. Martedì sono state 53 le province italiane senza tamponi positivi. Basta anche un solo positivo perché il conto alla rovescia ricominci da capo, proprio come accaduto a Trapani.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, operatori del turismo protestano sotto al palazzo Regione Piemonte: “Estate? Senza prospettive. Abbiamo bisogno di aiuto”

next
Articolo Successivo

Parma, bambino di 4 anni morto per insufficienza respiratoria: aperta inchiesta. I genitori chiedono autopsia

next