Anche per il mese di maggio il pagamento delle pensioni alle Poste sarà anticipato rispetto alle normali scadenze e verrà distribuito su più giorni. Lo rende noto l’Inps, specificando che la distribuzione su più giorni riguarda trattamenti pensionistici, assegni, pensioni e indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili.

L’anticipo del pagamento delle pensioni è stato stabilito per i mesi di aprile, maggio e giugno da un’Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri, emanata il 19 marzo scorso allo scopo di consentire a tutti i titolari delle prestazioni di recarsi presso gli uffici postali in sicurezza, nel rispetto delle misure di contenimento per il coronavirus.

Il pagamento avverrà secondo il seguente calendario: 27 aprile, i cognomi dalla A alla B; 28 aprile, i cognomi dalla C alla D; 29 aprile, i cognomi dalla E alla K; 30 aprile, i cognomi dalla L alla P; 2 maggio (solo mattina), i cognomi dalla Q alla Z.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Debito pubblico, 360 investitori da 40 Paesi per l’emissione di Btp da 16 miliardi. Il 40% a compratori inglesi, 10% ai tedeschi

next
Articolo Successivo

Tesla, Elon Musk attacca il lockdown (“fascista”) e poi twitta: “Il prezzo delle nostre azioni troppo alto”. Il titolo crolla del 10%

next